NAIL ACADEMY :: E-nail Forum - Ricostruzione unghie ::
Indice del forum E-nail Forum
Nail-art e ricostruzione unghie

E-nail è anche:

FAQFAQ CercaCerca Lista utentiLista utenti GruppiGruppi medals.php?sid=3527ae6c8b105d1316d033ed84aef294Medaglie  RegistratiRegistrati ProfiloProfilo Messaggi privatiMessaggi privati Log inLog in
NAIL ACADEMY
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Legalizziamola!!
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
elecap
Direttore di Novella 2000



Registrato: 26/06/07 18:06
Messaggi: 6772

Medaglie: 3 (View more...)

Nastro di partecipazione (Totale: 3)
MessaggioInviato: Sab Apr 26, 2008 10:38 am    Oggetto: Rispondi citando

Thank you!!!
Francy cosa faremmo senza di te!
Top
elecap è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Alka
Estetista


Età: 38
Registrato: 16/04/07 16:13
Messaggi: 2388
Residenza: Modena (Emilia Romagna)
Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Lun Apr 28, 2008 09:04 am    Oggetto: Rispondi citando

E se fosse valido per tutte le regioni, a livello nazionale, dovrebbero dare la possibilità di fare questo corso in tutte le regioni, non sono nel Lazio Rolling Eyes
_________________


http://ricounghie.altervista.org
Top
Alka è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato HomePage
lisyrabbit
Direttore di Novella 2000


Età: 39
Registrato: 06/05/06 13:25
Messaggi: 8696
Residenza: lucca
Medaglie: 1 (View more...)

Medaglia d'oro al merito (Totale: 1)
MessaggioInviato: Lun Mag 05, 2008 23:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

gIA ALKA la penso come te..e spero che presto verra fuori qlc di buono..
_________________


VISITA IL MIO SITO http://lisyrabbit-nails-center.spaces.live.com/

[/b]
Top
lisyrabbit è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
angel83
Estetista


Età: 36
Registrato: 25/01/07 21:15
Messaggi: 2088
Residenza: Ravenna
Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mer Mag 07, 2008 00:00 am    Oggetto: Rispondi citando

per il momento so che qui in emili romagna bisogna essere estetiste per aprire un centro
_________________
Jimdo ----> http://monicanails.jimdo.com/
Blogger ----> http://monicabynails.blogspot.it/
Top
angel83 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
felisia
Parrucchiera


Età: 40
Registrato: 04/04/07 18:00
Messaggi: 1595
Residenza: Lucca
Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Lun Mag 12, 2008 09:56 am    Oggetto: Rispondi citando

E-nail ha scritto:
felisia, questo è quello che ti hanno detto?? Shocked
ti do un saggio consiglio....informati prima nella tua zona se è possibile. Pettegolezzo
non dico altro... Cool


dopo un bel pò di tempo eccomi qua... scusate l'assenza ma ho avuto un bel pò di problemini personali. Cmq... si e-nail è quello che mi hanno detto parola per parola... e lo confermo. Io per carattere ho bisogno di sentirmi dire le cose di persona così ho alzato la cornetta e fatto domande. Le risposte le ho scritte nel post... Smile
Top
felisia è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
Alka
Estetista


Età: 38
Registrato: 16/04/07 16:13
Messaggi: 2388
Residenza: Modena (Emilia Romagna)
Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mer Mag 14, 2008 09:16 am    Oggetto: Rispondi citando

Confused
_________________


http://ricounghie.altervista.org
Top
Alka è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato HomePage
Alka
Estetista


Età: 38
Registrato: 16/04/07 16:13
Messaggi: 2388
Residenza: Modena (Emilia Romagna)
Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mer Mag 14, 2008 09:25 am    Oggetto: Rispondi citando

Riporto qui un articolo molto interessante.

[Articolo redatto da Unione Nazionale Onicotecnici - Dott. Commercialista Claudia Peretti, Consulenza amministrativa tributaria- http://www.unionenazionaleonicotecnici.it]

Come si può esercitare la professione di onicotecnico in regola, oggi, senza la qualifica di estetista?


Tantissimi sono coloro che praticano l’attività in forma privata, spesso con grande capacità e professionalità, e che sognano di poter aprire un’attività in proprio. Molte ragazze, sprovviste di qualifica di estetista, cercano di trovare una soluzione per poter aggirare l'ostacolo, ma in mancanza di una sicurezza dal punto di vista legislativo, e quindi spesso rischiando la chiusura di un'attività che si desidera svolgere legalmente, per uno strano gioco delle regole.

Molte sono le iniziative intraprese per cercare di esercitare “legalmente” la professione di onicotecnico, in mancanza della qualifica di estetista: l’iscrizione alla Camera di Commercio come “servizi alle famiglie” aprendo la p.iva; il mantenimento del commercio dei prodotti da ricostruzione come attività principale e, come secondaria, l’attività di applicazione e decorazione delle unghie; non da ultimo, la frequenza di un corso regionale riconosciuto dalla regione Lazio e che viene spesso venduto come “abilitante” all’esercizio della professione su tutto il territorio nazionale.

Purtroppo, è bene ribadirlo chiaramente: ad oggi non ci sono possibilità, né scorciatoie esistenti, che consentano di svolgere il lavoro di Onicotecnica in regola e legalmente.

Per chiarire il più possibile la situazione affrontiamo ad una ad una le varie scorciatoie intraprese da varie professioniste, ma che non sono legali e sottopongono l’operatrice a possibili rischi in caso di controlli.

ISCRIZIONE SERVIZI ALLE FAMIGLIE, CON APERTURA P.IVA

Tale tipo di iscrizione alla CamCom non è in regola. Riportiamo di seguito cosa dice la legislazione al riguardo:
Attività produttiva– Altri servizi alle famiglie Cod. ISTAT 93.05.0:
comprende le attività di: astrologi, spiritisti, attività connesse alla vita sociale(per esempio: hostess), agenzia di incontro e agenzie matrimoniali, servizi di cura degli animali da compagnia quali: presa in pensione, toelettatura, addestramento e custodia; servizi di ricerca genealogica, servizi di lustra scarpe, addetti al parcheggio di automobili etc, gestione macchine per servizi alla persona quali: cabine per fototessera, bilance pesapersone, macchine per misurare la pressione del sangue, funzionanti a moneta o gettone; servizi domestici svolti da lavoratori autonomi presso le famiglie e convivenze.

COMMERCIO DI PRODOTTI COME ATTIVITA’ PRINCIPALE, E APPLICAZIONE UNGHIE ARTIFICIALI COME ATTIVITA’ SECONDARIA

Riguardo invece al fatto di mantenere come attività principale il commercio dei prodotti, tenendo come secondaria l’attività di applicazione e decorazione delle unghie, anche in questo caso non si è in regola, nel momento in cui ci sono controlli siamo passibili di sanzioni e quant’altro previsto dalla legge.

FREE LANCE

Neanche come free-lance (andare a domicilio o presso centri estetici a svolgere l’attività di applicazione unghie) siamo in regola. Anche in questo caso non ci sono normative che ci riconoscono come libere professioniste nell’applicazione e decorazione delle unghie.

CORSI RICONOSCIUTI DALLA REGIONE LAZIO


In merito a questi corsi regionali, riconosciuti dalla regione Lazio, vi riportiamo di seguito quanto dichiara la Corte Costituzionale in merito al riconoscimento delle professioni da parte delle regioni:
“La potestà legislativa regionale nella materia delle “professioni” deve rispettare il principio secondo cui l’individuazione delle figure professionali, con i relativi profili e titoli abilitanti, è riservata, per il suo carattere unitario, allo Stato, rientrando nella competenza delle Regioni la disciplina di quegli aspetti che presentano uno specifico collegamento con la realtà regionale. Tale principio al di là della particolare attuazione ad opera dei singoli precetti normativi, si configura infatti quale limite di ordine generale, invalicabile dalla legge regionale” Questo vuol dire che, la individuazione di nuove figure professionali, così come la configurazione di condizioni per l’iscrizione a nuovi Albi, sono attività precluse alla competenza regionale.

A questo proposito, si deve fare molta attenzione a credere ciecamente ai corsi “riconosciuti di onicotecnica” , perché in realtà non lo sono.
Infatti con la sentenza n. 300 del 20.07.2007, la Corte Costituzionale, ha bocciato la legge regionale del Veneto, n. 19 del 06 Ottobre 2006 , e la legge regionale della Liguria n. 06 del 2006 (Interventi per la formazione degli operatori di discipline bionaturali), in entrambi i casi il legislatore regionale, avrebbe “ecceduto dai limiti della propria competenza nella materia di nuove professioni, violando i principi fondamentali previsti dalla normativa statale”. E su questo discrimine è caduta come una mannaia la pronuncia di illegittimità.
Tutto questo significa che fra qualche tempo, anche per la Regione Lazio, ci potrà essere una pronuncia di illegittimità, riguardo il riconoscimento di corsi per onicotecnica, figura professionale che non esiste a livello dello stato Italiano.
Per questo motivo, invitiamo tutti quanti a riflettere prima di iscriversi ad un corso “riconosciuto”, spendendo una cifra considerevole, e non ottenendo nulla di concreto in quanto al riconoscimento professionale.
Il problema vero è che a tutt’oggi, fino a che lo Stato italiano non riconosca come nuova professione L’Onicotecnica, non esistono scorciatoie per aggirare l’ostacolo, che si possano definire legali.

APPLICAZIONE E DECORAZIONE UNGHIE

Condizione diversa è per quelle regioni che riconoscono l’attività di “applicazione e decorazione unghie” come attività generica artigianale. Al momento queste regioni sono Calabria, Sardegna, Umbria e Friuli Venezia Giulia: in queste regioni è possibile aprire un proprio nail center senza la qualifica di estetista.


E’ pertanto urgente il varo di una legge quadro nazionale, che disciplini l’intero settore a sostituzione di processi regionali di legiferazione, che creano solo confusione.
Per questo è nata l’Unione Nazionale Onicotecnici, proprio perché al momento attuale non ci riconoscono la possibilità di fare il nostro lavoro in regola, alla luce del sole, onestamente, in un paese oltretutto dove l’economia è ferma da dieci anni (il PIL cresce solamente dell’1%), mentre noi lavoriamo in un settore che ha un aumento costante di fatturato annuo del 20%, e che in tutta Europa ha una figura riconosciuta, mentre non lo è in Italia. L’unica via è quella di arrivare allo stato e alla comunità Europea ; per fare questo dobbiamo diventare forti, essere in tanti , non si vincono le battaglie senza l’esercito e noi dobbiamo diventare un esercito forte e far valere i nostri diritti.
Soffermiamoci a pensare se ci fosse una legge quadro sull’Onicotecnica. Quanti negozi si aprirebbero in Italia? Quanto sarebbe incrementata la crescita delle aziende di settore?
Il far crescere l’economia è un lavoro d’insieme e di concertazione, il lavoro esiste per tutti ed il mercato è in forte espansione, nonostante sia burocraticamente bloccato.
Pensiamoci…
_________________


http://ricounghie.altervista.org
Top
Alka è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato HomePage
elecap
Direttore di Novella 2000



Registrato: 26/06/07 18:06
Messaggi: 6772

Medaglie: 3 (View more...)

Nastro di partecipazione (Totale: 3)
MessaggioInviato: Mer Mag 14, 2008 13:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

E' come dicevo io.......
Qui nel bresciano fanno tutte come il secondo metodo, cioè come attività principale vendono prodotti per rico e nel negozio si sono create una o due postazioni per la ricostruzione unghie.... sembra che siano in regola..... boh Rolling Eyes
Top
elecap è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Legalizziamola!! Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


E-nail di Francesca Aguzzi
Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it