Dieta Gift :: E-nail Forum - Ricostruzione unghie ::
Indice del forum E-nail Forum
Nail-art e ricostruzione unghie

E-nail è anche:

FAQFAQ CercaCerca Lista utentiLista utenti GruppiGruppi medals.php?sid=8e62f7f803cd1903c0094dfc2ecf2acaMedaglie  RegistratiRegistrati ProfiloProfilo Messaggi privatiMessaggi privati Log inLog in
Dieta Gift
Vai a 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Cura del corpo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
elena84
Vicina di casa



Registrato: 26/01/11 17:23
Messaggi: 34

Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Ven Feb 18, 2011 13:30 pm    Oggetto: Dieta Gift Rispondi citando

Ciao a tutte!
Ho iniziato questa nuova dieta... e spero sia l'ultima!!! Che quindi risolva il mio sovrappeso che non riesco più a sopportare...
Qualcuna di voi la conosce o l'ha fatta, la fa?
Alla dieta associo un'ora di movimento al giorno, per ora mi sfogo con la Wii fit... a breve spero di poter far entrare in casa un tapis roulant di quelli pieghevoli.... al prossimo elettrodomestico che compero (volevo la macchina per il pane felice ma il fidanza non è molto contento visto che ho già una vaporiera ed una centrifuga non proprio piccole felice ) esco io!!! Shocked - in 43mq di casa si inizia a star stretti felice
_________________
Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c'è bisogno di lui. Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.
"Cloe" di Helen Brown
Top
elena84 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
spadina
Moderatore


Età: 33
Registrato: 28/10/08 13:03
Messaggi: 3754
Residenza: ....bunker
Medaglie: 1 (View more...)

Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Lun Feb 21, 2011 15:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

ele ma ke dieta è?^
nn l'ho mai sentita...
anche io sto pensando di andare dal dietologo...devo decidermi a mettermi a dieta... arrabbiato
Top
spadina è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato MSN
elena84
Vicina di casa



Registrato: 26/01/11 17:23
Messaggi: 34

Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 11:40 am    Oggetto: Dieta Gift Rispondi citando

Riporto quanto descritto sul sito DietaGift....
E devo dire che a me sta già dando i primi apprezzabili piccoli risultati... ma non sono ancora andata da uno specialista di questo metodo sinceramente, per ora sto facendo da me...


Si tratta di una dieta che non prevede un controllo stretto delle calorie assunte, ma piuttosto un'attenzione ragionata verso il consumo dei carboidrati e verso la qualità dell'alimentazione.

Alla sua descrizione completa, il Dott. Attilio Speciani e il Dr. Luca Speciani hanno interamente dedicato il libro DietaGIFT: Gradualità, Individualità, Flessibilità e Tono (Fabbri Editori).

Il punto di partenza per perdere peso consiste nell'attivazione del metabolismo (tanto difficile da ottenere quando si riduce la quantità di cibo, come nelle diete più comuni) attraverso una graduale educazione al movimento e un'intelligente distribuzione dei pasti nella giornata.

È questo infatti il primo dei tre cardini attorno ai quali ruotano tutte le regole della DietaGIFT:

•l'attivazione metabolica
•la calma insulinica
•la qualità dei nutrienti


Un metabolismo attivo significa un organismo che lavora a pieno regime: nel consumo delle calorie, nell'eliminazione delle tossine, nella riparazione dei tessuti danneggiati, nella rapidità e brillantezza mentale e nella capacità di esprimersi dal punto di vista fisico.

Un metabolismo pigro, al contrario, significa consumi calorici rallentati, indolenza fisica e mentale, accumulo di tossine, lentezza nel recupero e - in definitiva - facilità di ingrassamento e inerzia nel dimagrimento.

Di regola, non appena l'introduzione di cibo diminuisce, l'organismo risponde rallentando i consumi, un fatto che molte diete trascurano e che ci spinge a evitare accuratamente la ‘prigionia’ del conteggio delle calorie.

Nella storia della nostra evoluzione, abbiamo sempre avuto più paura della fame che della sovrabbondanza, e il nostro corpo (è un punto fondamentale su cui si basa la DietaGIFT) “ragiona” in termini evolutivi.

Rifacendosi all'esperienza dei nostri progenitori, il nostro organismo tende a ‘tenere da conto’ ogni caloria assunta non appena registra una carenza di cibo. Questo “ragionamento” ha mille volte salvato la vita degli uomini primitivi e nelle ere passate, ma oggi può accorciarcela in modo drammatico perché le restrizioni alimentari rischiano di far rallentare pericolosamente il ritmo metabolico complessivo.

Grazie al principio evolutivo di “prudenza” adottato dall'organismo, poi, quando l'assunzione calorica torna nella norma occorrerà del tempo prima che torni al suo consumo ottimale. Nel frattempo il corpo riacquisterà - grammo dopo grammo - ogni molecola di peso faticosamente perduta, con il rischio aggiuntivo del continuo oscillare del peso, oggi correlato con il rischio cardiovascolare ancora più della semplice obesità.

Se quindi è vero che il dimagrimento avviene solo quando la quantità di calorie assunta è inferiore a quella consumata, lo stesso risultato si otterrà più facilmente assecondando le naturali tendenze del corpo piuttosto che contrastandole.

È questa la strada scelta dalla DietaGIFT.

Le vie privilegiate dalla nostra dieta per l'attivazione metabolica (il cui scopo è quello di mantenere alti i consumi energetici, potendo quindi alimentarsi in modo sano ed equilibrato anche in regime di dimagrimento), sono sostanzialmente due:

1.la distribuzione dei pasti nel corso della giornata,
2.l'attivazione fisica.
Basta il rispetto di questi due punti per innalzare stabilmente i consumi energetici quotidiani, da una parte accelerando il dimagrimento e dall'altra risvegliando in modo positivo l'intero organismo, con notevoli effetti a cascata sia dal punto di vista fisico che mentale.

Distribuzione dei pasti

Al risveglio, al mattino, il nostro corpo ‘primitivo’, riceve un segnale ambientale che dice se c'è abbondanza o carenza di cibo. Una colazione abbondante e completa poco dopo il risveglio, dice all'organismo che può consumare energie senza preoccupazione, e attiva in modo completo tutti i sistemi metabolici fisici e mentali. In altre parole si vive al 100%.

Quando il metabolismo è rallentato, non succede che tutto il corpo rallenta (per esempio, al 90%): vengono invece operate delle scelte qualitative precise, che lasciano magari alcuni sistemi attivi al 100% e altri al 70, 60, 50%.

La logica è che sistemi “meno urgenti” (come quello immunitario, o quello emuntore) possono rimandare le loro funzioni di qualche ora o qualche giorno. Ma se il rallentamento metabolico diventa costante, nei distretti considerati “meno urgenti”?

Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: allergie, intolleranze, malattie degenerative, invecchiamento precoce. Vivere al 90% (o al 70 o al 50%) significa quindi, prima di tutto, perdere un equilibrio prezioso per la nostra vita. La distribuzione GIFT dei pasti nel corso della giornata prevede dunque una colazione ricca e completa, un pranzo equilibrato ed una cena leggera.

Questa distribuzione delle calorie fa sì che il corpo parta a pieno regime e rallenti il proprio ritmo solo alla sera, in modo da limitare la fase notturna di accumulo, e da evitare la stratificazione dei grassi tipica di chi mangia in eccesso prima di coricarsi, con i vantaggi aggiuntivi legati alla qualità del sonno e alla riduzione dello stress.

Attivazione fisica

Il secondo segreto per mobilitare il metabolismo è il movimento fisico, che svolto in modo regolare e costante procura un'attivazione coerente di tutti i distretti, che dura nel tempo e non diminuisce durante lo stato di riposo.

Collegando sedentarietà e infermità, l'organismo tende anche in questo caso a orientarsi verso il risparmio energetico (l'uomo primitivo ferito non poteva facilmente procurarsi cibo!), quindi verso l'accumulo di grassi e il rallentamento dei ritmi biologici.

Il tipo di esercizio fisico più idoneo per l'attivazione metabolica è sicuramente quello più simile all'attività naturale dell'uomo primitivo: lunghe camminate nei boschi con corse occasionali, nuotate, scalate, sollevamento di pesi, passaggio di ostacoli... per tutta la giornata.

Esistono alcuni lavori che implicano vagamente un'attività simile, ma per chi non ha la ‘fortuna’ di fare l'infermiera, il manovale, il giardiniere o simili, è necessario fare qualcosa in più delle scale a piedi o di scendere dal bus una fermata prima.

La scelta cadrà quindi su forme di movimento che (oltre ad essere consone alle nostre preferenze, come ogni “regola” della DietaGIFT) stimolino a sufficienza i nostri sistemi aerobici e le nostre doti di resistenza: camminare, correre, nuotare, pedalare, pattinare, sci da fondo, canottaggio, step, ginnastica aerobica... ovviamente da cominciare a praticare con la massima gradualità e soprattutto divertendosi.

L'attività fisica scelta deve essere tale da consumare una quantità sufficiente di calorie, stabilita in modo individualizzato. Il regolare utilizzo degli apparati muscolari, scheletrici e cardiovascolari, inoltre, porta ben presto a una crescita in valore assoluto della massa magra, che aumenterà, per così dire, la nostra “cilindrata”, incrementando i nostri consumi energetici anche a riposo e attivando in modo equilibrato ogni apparato, con conseguenze stupefacenti sull'attivazione metabolica complessiva.

Il movimento aerobico regolare e costante ha anche effetti molto intensi sul nostro benessere psicofisico: migliora la funzionalità insulinica, elimina tossine, stimola la resistenza fisica al dolore, produce endorfine a livello cerebrale, aumenta la nostra massa muscolare, ha effetto antidepressivo, abbassa la pressione arteriosa, ripulisce le arterie dal colesterolo “cattivo” LDL, solo per citarne alcune.

La calma insulinica: l'insulina è l'ormone secreto dal pancreas che ha l'importantissima funzione di regolare, con il suo intervento, il livello degli zuccheri nel sangue. Non è la sua sola funzione, naturalmente. È anche coinvolta, infatti, nella ricostituzione delle scorte di glicogeno (lo zucchero di riserva del mondo animale), così come nell'accumulo di grassi di riserva.

Per tutte queste sue funzioni, che sono centrali nelle dinamiche di ingrassamento e nel sostenimento di un eventuale stato di infiammazione interno, l'attento controllo del comportamento dell'insulina nell'organismo può aiutarci a ridurre il peso in eccesso e, contemporaneamente, a proteggerci dall'insorgere o dall'aggravarsi di numerose malattie: dal diabete all'infarto, dall'obesità alle allergie.

L'azione principale dell'insulina è quella del “pompiere” che è chiamato a spegnere un “incendio zuccherino” divampato nel sangue. Se il livello ematico di zuccheri è troppo basso, fa partire immediatamente lo stimolo della fame; se è troppo alto, invece, il rischio di tossicità è talmente elevato, che un segnale d'allarme viene tempestivamente inviato al pancreas perché secerna la quantità di “pompiere insulina” necessaria a spegnere l'incendio.

Il nostro corpo dunque, considera “normale” un livello di zuccheri nel sangue estremamente stabile. La compensazione degli eccessi, in particolare, è considerata un evento eccezionale, come una sbronza o un'indigestione (gli uomini primitivi non avevano infatti a disposizione una quantità di zuccheri e amidi nemmeno vagamente simile a quella attuale!).

Il nostro corpo del Pleistocene, dunque, tutte le volte che si ciba di un piatto di pasta bianca raffinata, non appena vede salire la glicemia, manda un forte segnale di allarme, che chiama in azione l'insulina fino a che i livelli non sono di nuovo regolati.

Tale operazione però presenta diversi inconvenienti. Prima di tutto noi sappiamo che quando c'è un'emergenza non si può andare troppo per il sottile. Dunque via con gli “estintori”. Pazienza se poi la capacità del pancreas di produrre insulina non è eterna.

Un continuo utilizzo di questo ormone tende a provocare, negli anni, un diabete, ovvero un'incapacità di far fronte ai rialzi glicemici. L'insulina in circolo, inoltre, crea una predisposizione organica di tipo infiammatorio, attraverso lo stimolo alla produzione di citochine che orientano l'azione del sistema immunitario in quella direzione, con conseguenze patologiche di vario genere.

Ma non finisce qui. Il “pompiere” continua la sua azione sul sangue (c'era un incendio, no?) fino a che non è ben sicuro che non vi sia più rischio di propagazione delle fiamme. Dunque non si fermerà proprio nel punto perfetto, ma proseguirà ancora un poco la sua azione, fino a far scendere un po' più in basso (diciamo a livello di “sicurezza”) la glicemia.

A quel punto (una o due ore dopo l'assunzione del “piatto di pasta”) ci troveremo con la glicemia bassa, e avremo uno stimolo alla fame, che ci spingerà a mangiare di nuovo. Ma sarà una fame fasulla, non corrispondente ad un reale bisogno del nostro organismo. Facendo di nuovo uno spuntino a base di soli carboidrati, la nostra glicemia risalirà repentinamente, con ulteriore intervento dell'insulina e ripetizione del ciclo.

Solo dalla comprensione dei perché (evolutivi) e dalle dinamiche (metaboliche) di questo meccanismo molto pericoloso, potremo capire perché - talvolta senza accorgercene - ingrassiamo.

Solo con la messa in atto di alcuni salutari comportamenti alimentari volti al mantenimento della calma insulinica, potremo invertire la tendenza e pensare di ridurre il nostro peso in eccesso.

I metodi per il raggiungimento della calma insulinica utilizzati dalla dieta GIFT si basano essenzialmente su:

•Accoppiamento proteine/carboidrati
•Scelta di cibi a basso indice glicemico
•Carico glicemico controllato
•Utilizzo prevalente di carboidrati integrali o ricchi di fibra
•Rifiuto di cibi zuccherini raffinati industriali
•Aumento della sensibilità recettoriale attraverso il movimento
•Controllo dello stress e riduzione del fabbisogno zuccherino
Per una descrizione operativa dei metodi, vedi le dieci regole di dietaGIFT.

Solo con l'inserimento graduale nelle nostre abitudini quotidiane di tutti i metodi qui accennati sarà possibile intervenire in modo deciso sull'attività dell'insulina all'interno dell'organismo.

Nessuno di questi metodi è singolarmente decisivo, ma la loro armonica acquisizione consentirà di dimagrire ritrovando benessere e salute in modo naturale e senza forzature.
_________________
Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c'è bisogno di lui. Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.
"Cloe" di Helen Brown
Top
elena84 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
SHILA
Moderatore


Età: 42
Registrato: 10/02/08 20:04
Messaggi: 3400
Residenza: Provincia di Varese
Medaglie: 3 (View more...)

3° Classificata Mille Luci di Natale (Totale: 1) Medagli di Utente Premier (Totale: 1) Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 15:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

oh signore che poema!! mi passa la voglia prima ancra di cominciare!!! felice
_________________
Il mondo è come un libro. Chi non viaggia ne legge solo una pagina.
Top
SHILA è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
ferdy
Moderatore



Registrato: 06/11/08 10:52
Messaggi: 2643
Residenza: liguria
Medaglie: 1 (View more...)

Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 16:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

io me la sono stampata e a primo acchitto non mi dispiace, non è tanto difficile da fare, bisogna solo fare attività fisica e evitare le cose che ci fanno male Pettegolezzo
_________________

USA LA FUNZIONE CERCA, PRIMA DI APRIRE NUOVI POST, COSì EVITIAMO DI CREARE CAOS NEL FORUM E SE NON LO HAI FATTO
PRESENTATI NELLA SEZIONE "BENVENUTO" PRIMA DI POSTARE! GRAZIE ^_^

Top
ferdy è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato MSN
elena84
Vicina di casa



Registrato: 26/01/11 17:23
Messaggi: 34

Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 18:03 pm    Oggetto: L'introduzione... Rispondi citando

Di certo è lunga... ma serve a capire per l'appunto i meccanismi che si vengono a creare semplicemente regolarizzando l'alimentazione... cosa che ho ritenuto personalmente molto più utile di tantissime altre diete o tentativi di convinzione da parte di consumatori di integratori vari che, in fin dei conti, non fan altro che metter confusione a quella già creata da tutte le pubblicità, propagande di cibo che sembra sano ma non lo è affatto...
Il concetto è:

Colazione abbondante, come penso poche sono abituate a fare, consumando latte preferibilmente PS (meno grasso e con le stesse proprietà nutrizionali dell'intero), o the, pane o fette biscottate integrali (i carboidrati consumati sottoforma di pasta, riso, pane integrali aiutano a sentire mooooolto più tardi il senso di fame), marmellata (meglio senza zucchero, è buona uguale Wink ), anche un velo di burro non è proibito, anzi (io uso i panettini da 8gr, pratici), del prosciutto crudo, o cotto (dicono meglio il crudo, meno conservanti...), o del formaggio magro (ricotta ad es)... succhi di frutta, frutta fresca, centrifugati... chi più ne ha, più ne metta...

Con una colazione così non ci si appesantisce affatto e si arriva tranquillamente al pranzo.

Gli altri due pasti principali consistono in "piatti unici" per lo più (il pranzo più sostanzioso della cena possibilmente, considerando il calo del metabolismo man a mano che si avanza nella giornata), ci sono anche dei blog dove trovare ricettine interessanti... in un piatto piano (quello da secondo per intenderci) si formano 3 parti equivalenti: carboidrati, proteine e verdure, frutta (queste ultime in quantità abbondanti).
Olio EVO in quantità moderata, usare veramente pochissimo sale.

Il vantaggio di una dieta così si nota quando si inizia a farla: digestione e transito intestinale migliorati, sparisce la sensazione di pesantezza e gonfiore... flessibilità ed individualità poi sono due cose che ritengo personalmente fondamentali...
Non ci sono menù preconfezionati, si può variare a proprio gusto e necessità, basta porre attenzione alla scelta degli alimenti ed alla loro combinazione...
Qualcuno dice che non funziona, che si ingrassa anzichè dimagrire. Bisogna valutare bene il rapporto attività fisica/ carboidrati consumati, ovviamente... si può sempre aggiustare il tiro magari diminuendo la dose di carboidrati della sera ed aumentare proteine e verdure...
Con l'attività fisica poi si sviluppa piano piano massa muscolare, di conseguenza è da considerare la diminuzione della % di massa grassa (ho acquistato una bilancia a 40 euro circa - prezzo ottimo direi per le funzioni che ha - che misura massa grassa, ritenzione idrica, metabolismo basale e massa muscolare - dati indicativi ma che danno una linea guida) e non tanto del peso corporeo in sè...
Inoltre aumentando la massa muscolare aumenta anche il metabolismo basale, quindi si possono aumentare le dosi di carboidrati senza incorrere in aumenti di peso...


Il riso è preferibile alla pasta (anche riso non integrale se non amate il sapore dell'integrale - io uso il basmati ad esempio, al vapore) poichè anche l'occhio vuole la sua parte e, gonfiandosi, con soli 60gr a crudo abbiamo una bella porzione da poter consumare che ci sazierà meglio, a risotto (facendone un piatto unico inserendo proteine e verdure ed integrando poi con un contorno se necessario) o condito con un filo d'olio ed un cucchiaino di parmigiano buonissimo come contorno sostituendo il pane... poi va a gusto ovviamente...
Ancora meglio personalmente trovo le patate come fonte di carboidrati! Pensate che al posto di 50gr di pasta possiamo consumare 200 gr di patate, che non sono poche!

Potrei fare degli esempi dei piatti che compongo ma ripeto, è fondamentale trovare una "propria" strada giusta, prendere consapevolezza del proprio corpo apprezzandone i miglioramenti anche soprattutto dovuti ad una moderata ma costante attività fisica (credetemi... già dal primo giorno vi cambierà la vita! E ve lo dice una pigra di natura!!).
Oltretutto un piccolo sgarro non sarà certo una tragedia... basterà essere costanti e valutare i segnali del proprio corpo...

Per il resto bisogna crearsi trucchetti e combinazioni adatte ai nostri gusti soprattutto Smile visto che non è di mera dieta che si tratta, ma di una modifica di stile di vita... Personalmente i primi due o tre gg facevo la conta delle calorie, assolutamente proibita dalla dieta proprio per imparare ad ascoltare i "segnali" più che legarsi agli apporti calorici del consumo di un alimento... mano a mano diventa tutto più facile e naturale...
_________________
Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c'è bisogno di lui. Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.
"Cloe" di Helen Brown


L'ultima modifica di elena84 il Mar Feb 22, 2011 18:39 pm, modificato 1 volta
Top
elena84 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
spadina
Moderatore


Età: 33
Registrato: 28/10/08 13:03
Messaggi: 3754
Residenza: ....bunker
Medaglie: 1 (View more...)

Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 18:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

ele ma come fai a mangiare tutta quella roba a colazione? mi sento male...
io prendo una mega tazza di latte PS...con un filo di caffe e poco zucchero e biscotti petit pavesi...ma è abbastanza
Top
spadina è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato MSN
elena84
Vicina di casa



Registrato: 26/01/11 17:23
Messaggi: 34

Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 18:44 pm    Oggetto: E' questione di abitudine... Rispondi citando

Io sono partita così ma praticamente ho fatto un giorno e mezzo di black out visto che stavo tentando prima una dieta depurativa a base di centrifugati.... considera che GIFT significa Gradualità, Individualità, Flessibilità e Tono.... in questo caso anche la gradualità puoi sfruttarla... tutto dipende poi se fai attività fisica o meno... io ho eliminato biscotti, brioche... meglio fette biscottate (uso le monoporzioni da 4), un velo di burro, poca marmellata e del prosciutto crudo.... prova a sostituire gradualmente ed inserire quel che più ti piace come fonte di proteine.. c'è chi consuma anche tacchino e pollo a fette, o comunque carne... io mi trovo meglio col prosciutto... Razz
_________________
Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c'è bisogno di lui. Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.
"Cloe" di Helen Brown
Top
elena84 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
spadina
Moderatore


Età: 33
Registrato: 28/10/08 13:03
Messaggi: 3754
Residenza: ....bunker
Medaglie: 1 (View more...)

Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 19:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

sai qual è il mio guaio nelle diete? potrei rinunciare a tutto anche ai dolci , ma io nn ce la faccio a rinunciare alla mia mega zuppa di latte....ogni tanto la mangio anche la sera prima di andare a letto... e senza biscotti ke zuppa è? le fette nn sanno di molto...allora preferire i corn flakes...

nn voglio esagerare ma 600/700 ml di latte io li prendo al giorno
Top
spadina è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato MSN
elena84
Vicina di casa



Registrato: 26/01/11 17:23
Messaggi: 34

Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Mar Feb 22, 2011 20:34 pm    Oggetto: Il punto non è il latte ... Rispondi citando

Cool che se lo tolleri va benissimo (la sera lo bevi perchè concilia il sonno o per placare la fame tardiva??)... magari se ne bevi così tanto ti conviene passare allo scremato che è più leggero, tanto come gusto non è che cambia molto (io ADORAVO il latte intero ma non lo digerisco più Rolling Eyes ...) ... la differenza si sente mooooolto di più rispetto al latte intero... è solo che contiene poche proteine... se preferisci i cereali puoi sempre preferire quelli integrali, fiocchi d'avena anche vengono segnalati come fonte proteica... con anche una manciata di frutta secca va benissimo... e comunque ripeto, è questione d'abitudine, credimi... questione di palato e di abitudine (anche per l'uso del sale... bisogna aspettare la risposta dell'organismo - dall'usarne moderatamente all'usarne poco non sentirai differenza.. e se mangerai qualcosa di più salato ti darà quasi fastidio...) i biscotti sono indubbiamente più "buoni" ma le fette od il pane integrale saziano meglio e l'effetto dura più a lungo Smile Non so quanti ne mangi ovviamente, ma anche se sono pochi, se proprio non vuoi eliminarli, opta per delle macine magari (che a me piacciono tra l'altro), l'importante è consumare fonti di carboidrati integrali. Vengono assorbiti più lentamente dall'organismo e la sensazione di fame tarda ad arrivare...
Oh, mia considerazione personale eh... ti dico che io già dai primissimi giorni ho risultati piccoli ma apprezzabilissimi (anche mezzo kg è un traguardo ora come ora felice ).
Pure a me mancano alcuni sapori... ma sta poi a noi ricrearli con materie prime e preparazioni semplicemente diverse... Very Happy
_________________
Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c'è bisogno di lui. Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.
"Cloe" di Helen Brown
Top
elena84 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
SHILA
Moderatore


Età: 42
Registrato: 10/02/08 20:04
Messaggi: 3400
Residenza: Provincia di Varese
Medaglie: 3 (View more...)

3° Classificata Mille Luci di Natale (Totale: 1) Medagli di Utente Premier (Totale: 1) Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Mer Feb 23, 2011 09:04 am    Oggetto: Rispondi citando

spadina ha scritto:

nn voglio esagerare ma 600/700 ml di latte io li prendo al giorno


spadina....sei peggio dei poppanti!!! baby
_________________
Il mondo è come un libro. Chi non viaggia ne legge solo una pagina.
Top
SHILA è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
spadina
Moderatore


Età: 33
Registrato: 28/10/08 13:03
Messaggi: 3754
Residenza: ....bunker
Medaglie: 1 (View more...)

Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Mer Feb 23, 2011 13:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

SHILA ha scritto:
spadina ha scritto:

nn voglio esagerare ma 600/700 ml di latte io li prendo al giorno


spadina....sei peggio dei poppanti!!! baby


Siiii hai ragione sono drogata...domenica appena passata alle 10 di sera mi sn accorta di averlo finito e me lo sono fatta prestare da mia cognata 1 litro...

sono latte-dipendente me ne rendo conto anche io, è l'unica cosa ke nn mi deve mai mancare in casa
Top
spadina è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato MSN
SHILA
Moderatore


Età: 42
Registrato: 10/02/08 20:04
Messaggi: 3400
Residenza: Provincia di Varese
Medaglie: 3 (View more...)

3° Classificata Mille Luci di Natale (Totale: 1) Medagli di Utente Premier (Totale: 1) Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Gio Feb 24, 2011 17:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

ah ah mi fai morire! comunque anche io ho deciso di mettermi a dieta, ho l'obbiettivo di perdere 4-5 kg entro giugno...ma più che altro devo rassodare e buttar giù i quintali di cellulite che ho accumulato con la gravidanza.....elena, questa dieta non dice nulla a proposito Crying or Very sad Crying or Very sad ?????
_________________
Il mondo è come un libro. Chi non viaggia ne legge solo una pagina.
Top
SHILA è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
spadina
Moderatore


Età: 33
Registrato: 28/10/08 13:03
Messaggi: 3754
Residenza: ....bunker
Medaglie: 1 (View more...)

Nastro delle moderatrici (Totale: 1)
MessaggioInviato: Gio Feb 24, 2011 17:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

sono appena tornata dal naturaSi x vedere di comprare qualcosa ma azz 1/2kg di pasta di farro 3 euro l'ho pagata....

sti caaaaaaaaz.............. arrabbiato
Top
spadina è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato MSN
elena84
Vicina di casa



Registrato: 26/01/11 17:23
Messaggi: 34

Medaglie: Nessuno

MessaggioInviato: Ven Feb 25, 2011 05:42 am    Oggetto: Cellulite... Rispondi citando

Ragazze... per quella a livello di dieta si può "solo" eliminare il sale (totalmente sarebbe meglio, poi riutilizzarlo a dosi minimissime - ci ho provato, non è poi una tragedia, anzi, si ritrovano i gusti naturali dei cibi...) ed andare di tisane drenanti e creme... (per chi se le può permettere ovvio, ma ci sono prodotti buoni a prezzi ragionevoli perfino nei supermercati, poi basta provarli...). Verissimo, i prodotti biologici o comunque pasta di farro costa, l'ho presa pure io... costa meno l'integrale e la trovi di diverse marche (se consideri che comunque dovresti usarne al max dai 60 agli 80gr per porzione - a crudo - ti dura un po' a meno che non la mangi pranzo e cena tutti i giorni Shocked )... io ho trovato i "3 cereali" della Gallo che fa diversi tipi di cereali (compreso anche il riso tra i 3 combinati) diversamente composti tra loro che secondo me sono sfruttabilissimi soprattutto tra poco che arriva l'estate per farci delle belle insalate... Personalmente però ho imparato che con una spesa intelligente si portano a casa prodotti ottimi e meno schifezze, che tutto sommato sono superflue Cool

PS: Sbaglio o in uno spot televisivo definiscono la cellulite come "malattia"??? Strategia di marketing o verità? Non mi sono ancora documentata... Shocked
_________________
Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c'è bisogno di lui. Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.
"Cloe" di Helen Brown
Top
elena84 è attualmente disconnesso  Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Cura del corpo Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


E-nail di Francesca Aguzzi
Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it